Pablo Neruda non fu ucciso da Pinochet. Ma il caso resta aperto

È giunto il momento in cui Pablo Neruda potrà riposare finalmente in pace? Difficile! A seguito dell’ esumazione delle sue spoglie mortali per accertare le vere cause del suo decesso, Patricio Bustos, direttore del servizio medico legale cileno, ha affermato : Pablo Neruda è morto per un tumore alla prostata e non è stato avvelenato per volontà del dittatore Augusto Pinochet. Sembrerebbe quindi messa la parola fine alla questione. Ma i legali Eduardo Contreras e Rodolfo Reyes non si danno per vinti e vogliono vederci chiaro: Può essere che non siano rimaste tracce di sostanze che invece furono somministrate a Neruda, perché ci sono elementi che con il tempo spariscono , come il gas sarin. Nulla esclude che non sia stato assassinato. Inoltre, quanti sostengono che Neruda venne ucciso dal regime di Pinochet, si chiedono: Perché il giorno della morte di Neruda furono indicate tre diverse cause di morte? Quel che emerge dall’ultimo processo ci induce a credere che fu ucciso. Chiederemo …

Continua a leggere:
Pablo Neruda non fu ucciso da Pinochet. Ma il caso resta aperto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *