Tag Archives: bianchi

Le tentazioni di Gesù Cristo, di Enzo Bianchi

Per umanizzarsi l’uomo deve rinunciare ai sogni e alle illusioni di onnipotenza, nello spazio della libertà deve imparare l’arte della resistenza, e dunque essere consapevole della prova come esperienza essenziale alla sua libertà: senza tentazione non c’è libertà! Che senso ha per l’uomo contemporaneo, si chiederanno in molti, leggere un libretto come questo, sulle tentazioni di Gesù Cristo? Ha senso leggerlo anche per un non credente a cui non interessi aprire il cuore al fascino della personalità di Gesù – il “mite, l’umile di cuore” – delineata nelle preziose paginette di Bianchi? Ha senso eccome, secondo me, per chiunque voglia interrogarsi sul significato della propria esistenza in mezzo agli altri, oggi. Sul significato della libertà, della condivisione, della distruttività del desiderio di possesso per il cuore dell’uomo. Domande a cui Bianchi, priore della comunità di Bose, riesce a dare risposta con una profonda e bellissima interpretazione dei comportamenti di Gesù-uomo. Seguendo i suoi passi, riflettiamo sul perchè oggi, nell’era dell’interconnessione globale, “la solitudine è necessaria e feconda”. O di quale sia il senso di fare, a volte, “digiuno” di tutti i bisogni apparentemente essenziali (ma in realtà per la maggior parte delle volte “indotti”) in cui siamo immersi come in un castrante liquido amniotico che non ci fa nascere a noi stessi. Di come la soddisfazione di fame, bisogni fisici, esigenze materiali diventi lo

Visita il link:
Le tentazioni di Gesù Cristo, di Enzo Bianchi

Libri per Natale: L’altro siamo noi, di Enzo Bianchi

Natale è la festa dell’accoglienza dell’Altro (o dell’altro, se volete, il che cambia poco). Al di là di luci e lucine, dolci e leccornie, smancerie e sprechi, al di là di un discorso strettamente religioso è l’infinito del volto dell’altro (per dirla con Levinás) la cifra del Natale, di ogni Natale (o, anche qui, se volete, di ogni natale). In quest’ottica si colloca il prezioso libretto di Enzo Bianchi edito per i tipi della Einaudi dal titolo L’altro siamo noi . L’autore – priore della comunità monastica di Bose, una realtà che sfugge un po’ ad alcune ferree logiche ecclesiastiche – traccia un’analisi che oltrepassa la dicotomia noi/loro per avere uno sguardo nuovo sulla storia e sulle storie. La paura dell’altro è una sensazione paralizzante che va superata non rimuovendola […] L’identità non va indurita, non va cercata senza e contro gli altri. Perché diventa un fantasma, e ciò porta a ridurre le relazioni sociali alla materialità del dato etnico, dell’omogeneità del sangue, della lingua parlata o della religione praticata, aprendo così la via a forme di politica totalitaria e intollerante. I risorgenti nazionalismi e le tendenze localistiche si accompagnano sempre a spinte xenofobe e razziste che tendono all’esclusione dell’altro e si risolvono in un autismo sociale cioè in una mancanza di ossigeno vitale contrabbandata come nicchia dorata, ma che, in …

Leggi e segui:
Libri per Natale: L’altro siamo noi, di Enzo Bianchi