Tag Archives: contatti

Incontro con Margherita Giacobino – Il prezzo del sogno

Incontro con Margherita Giacobino, autrice di Il prezzo del sogno (Mondadori 2017). Non una biografia ma un romanzo sulla vita di una grande scrittrice, Patricia Highsmith. Nell’America della sua gioventù Highsmith è una fuorilegge: ambiziosa e ferocemente indipendente, ama le donne, rifiuta il sogno americano, è decisa a guadagnarsi da vivere con il mestiere di scrittrice. Irrequieta viaggiatrice, straniera ovunque, misantropa e misogina, capace di far emergere i contrasti e le angosce che si celano sotto la normalità, si mantiene fedele alla sua visione

Leggi l’articolo originale:
Incontro con Margherita Giacobino – Il prezzo del sogno

Incontro con Breanne Butler

Incontro con Breanne Butler, coordinatrice della Women’s march, la marcia delle donne (e uomini) contro Trump. Introducono Giordana Masotto, Valentina Orazzini (FIOM internazionale) e Michela Spera (Segreteria nazionale FIOM).

Link:
Incontro con Breanne Butler

Una nuova Lei ci racconta i suoi modi di abitare nell’arco di una settimana

Lei è cinese, vive a Milano da 8 anni, parla italiano. Si chiama Tan Zhu, nata a Beijing, è una giovane donna di 32 anni (più o meno). Laureata in architettura a Beijing, ha conseguito il Phd in Urbanistica al Politecnico di Milano con la prof Folli. Tan Zhu è docente a contratto al Politecnico e insegna Composizione Architettonica. E’ sposata con l’arch Chen Zhen e hanno un bimbo di circa 18 mesi. Milano, in questo caso abitata temporaneamente da Lei con la sua famiglia, in quale modo particolare è o non è amica della sua

Oltre qui:
Una nuova Lei ci racconta i suoi modi di abitare nell’arco di una settimana

Appena apro gli occhi.Canto per la libertà

L’Associazione Lucrezia Marinelli presenta Appena apro gli occhi.Canto per la libertà. di Leyla Bouzid (Tunisia, Francia, Belgio, Emirati Arabi, 2015, 102’). La regista tunisina Leyla Bouzid, nel suo bel film di esordio, attraverso gli occhi della diciottenne Farah, ci immerge nei sentimenti, negli umori e nei desideri di cambiamento diffusi fra la gioventù tunisina nell’estate che precedette le rivolte di piazza che portarono alla fuga del dittatore Ben Ali. Un film di formazione: nella giovane Farah c’è il coraggio di una generazione che

Vedi oltre qui:
Appena apro gli occhi.Canto per la libertà