Aspetta primavera, Bandini di John Fante

Prosa spedita e lineare, descrive la testimonianza autobiografica e romanzata di John Fante. Con ironia e occhio cinematografico Fante racconta la vita di Arturo, maccarone o broccoletto nella vecchia grande America.
Suo papà Svevo è uomo rude, cresciuto in Abruzzo ma già con cittadinanza americana. La mamma, Maria Toscana, condanna il marito a vivere come un randagio, sospettandolo di tradimento.
Intanto il Colorado è sotto la neve.
Arturo accudisce i fratellini a suo modo: il mitico August (che adesso sarà arciprete) e Federico.
Nel frattempo sogna il suo amore: Rosa. E adesso viene Natale… e la nonna.

Fante è di facile lettura ma molto intenso, sintesi perfetta tra cosa si racconta e come lo si racconta.
Bravo “Hank” nel definirlo uno dei maestri.

Patrimonio dello stato italiano!!

Oh Marie, ohi Marie… quanto suonno aggiù pers pettè, famme durmì, famme durmì…
Louis Prima, Oh Marie.

Aspetta primavera, Bandini – John Fante, 1938.

Aspetta primavera, Bandini
Locandina di un film dell’89
Regia di Dominique Deruddere

Recensione di Montag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code