Branchie di Niccolò Ammaniti

Libro comprato per caso e letto sul dondolo, d’estate. Dopo un inizio triste e angosciante, il racconto prosegue in un’escalation di follia fino al finale a sorpresa. E’ stato uno dei pochi libri (insieme al mitico “La versione di Barney”) che mi ha fatto ridere davvero, sonoramente (se qualcuno ti vede ridere mentre leggi un libro pensa che sei un pazzo…).
Opera primis di quello che si rivelerà il migliore tra i giovani autori italiani con i romanzi “Ti prendo e ti porto via”, “Io non ho paura” e “Come Dio comanda”.
Consigliato.

Branchie, Niccolò Ammaniti, 1997.

Branchie
Copertina del libro

Recensione di Montag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code