Ai confini dell’impero, di Guseppe Ciulla

Un’inchiesta che si inserisce nel solco della tradizione giornalistica quella descritta da Giuseppe Ciulla nel libro Ai confini dell’impero . 5.000 chilometri nell’Europa dei diritti negati , in libreria in questi giorni per i tipi della Jaca Book . Il libro è corredato di un inserto fotografico di 32 pagine a colori a cura di Damiano Meo. L’impero è l’Unione Europea il viaggio [si svolge] nell’estremo Est, nelle zone più distanti geograficamente ed economicamente dal triangolo Francoforte-Milano-Parigi. […] È il viaggio, geograficamente, in una periferia, ma, sostanzialmente, in una colonia che dal Sud polacco attraversa parte della Repubblica Ceca e dell’Ungheria siano a Romania e Bulgaria. Questa colonia che investe ampie zone dei Paesi dell’Est Europa è la colonia interna dell’Europa stessa, una colonia dove il vento civilizzatore che fa garrire le bandiere dei Paesi membri a Bruxelles sembra essere diventato un’atmosfera pesante e irrespirabile in cui si è dimentichi di qualsiasi diritto umano di cui Bruxelles si

Segui il post:
Ai confini dell’impero, di Guseppe Ciulla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.