Al via l’anno scolastico, tra il decreto scuola e il caro libri

Questa seconda settimana di settembre 2013 è cruciale per studentesse e studenti: riaprono infatti le scuole e riprende l’anno scolastico . Studenti e famiglie hanno avuto una sorta di benvenuto con il decreto legge che prevede misure urgenti per scuola, università e ricerca (il cosiddetto decreto scuola ), approvato dal Governo . Una misura che nelle intenzioni del Governo vuole riaffermare il diritto allo studio, premiando la meritocrazia e alleggerendo un po’ il peso economico che le famiglie devono sostenere per mantenere i propri figli a scuola. Già, il peso economico che vede sempre al centro il caro libri che, a volte, sono il capro espiatorio. Perché le lamentele spesso sono tutte sul costo dei libri e poche su quelle degli accessori: si sa, del resto, che uno zaino firmato fa figo , un libro, invece, non rappresenta un grande status symbol. Per dirla tutta, proposte per contenere anche il prezzo dei libri ci sono state, ma poi sono state cassate in nome di una ben non identificata didattica che, invece, risponde più al nome di pigrizia che altro. Parliamo degli eBook che nei mesi scorsi sono stati al centro di aspri scontri: da un lato si schieravano quanti …

Continua qui:
Al via l’anno scolastico, tra il decreto scuola e il caro libri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code