All’incrocio dei sentieri di Kossi Komla-Ebri, racconti dell’incontro

Pezzetti d’Africa, incontri ed esperienze europee per una raccolta densa di vite. Kossi Komla-Ebri racconta il Togo , suo paese d’origine che tinge di mille colori declinandone tradizioni, profumi e piatti attraverso la colorata palette narrativa che caratterizza il libro “All’incrocio dei sentieri” , insieme di racconti dell’incontro. C’è Francesca, italiana innamorata, che si ritrova a portare avanti tradizioni funerarie che appartengono alla famiglia dell’amato Togbe, e poi la Parigi di Yao, e l’Italia di tanti giovani che arrivano, molto spesso per ricongiungersi con i familiari che li hanno preceduti in uno spostamento così importante, altre volte più all’avventura, traghettati da potenti sogni di riscatto. Tutti al crocevia tra i ricordi d’Africa di tanti abitanti del continente nero, provenienti da vari paesi e il confronto, molto spesso rude, con una realtà estremamente diversa, più urbanizzata e molto meno protetta dall’esiguità dei vincoli familiari e dall’assenza di quelli tribali. Terra d’Europa insomma, sognata, agognata e scoperta sotto una luce inattesa e, nella maggior parte dei casi, molto meno dorata del previsto. Meno scintillante e tintinnate dell’immagine da cartolina veicolata dalla televisione e dalla pubblicità, difficilmente riconducibile alla marea di cliché, e proprio per questo molto più vera e identificabile, grazie alle mille sfumature che solo la diversità, con il suo enorme portato di punti di vista altri, sa mettere concretamente in luce. Quando tornò dall’ospedale la madre di Francesca la vide sotterrare una scatola di fiammiferi nel giardino sotto l’albero ove, l’estate, i marito usava fare la siesta. Alla sua domanda: – Cos&#

Continua a leggere:
All’incrocio dei sentieri di Kossi Komla-Ebri, racconti dell’incontro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code