Au pli des pages, parole piegate nei libri

Un’arte che reinterpreta fisicamente i libri. Le opere racchiuse nel sito “Au pli des pages” (letteralmente alla piega delle pagine) hanno un che di narrativo e non si tratta unicamente della materia dal quale sono composte. In fondo ne abbiamo viste tante di creazioni tirate fuori proprio dai tomi. Pop-up cartacei, collage, figurine, silhouette e personaggi di ogni sorta, eppure così come non riusciamo a stancarci del supporto, lo stesso avviene, in gran parte c-dei casi, per le “riletture artistiche”. Esemplari unici che uniscono la particolarità del libro dal quale nascono alle suggestioni della tridimensionalità in una sintesi che sposa il supporto e si integra in esso come il più romantico dei legami, declinato in immagini anche alla relativa pagina facebook.com/AuPliDesPages , e illustrata nelle parole dell’ideatrice: Realizzare libri origami con esemplari d’occasione equivale in qualche modo a donar loro una seconda vita. E l’idea di far emergere una parola o una forma da un libro mi ha catturato. La maggior parte delle volte creo libri piegati su commissione. In base alla richiesta della parola o del simbolo scelto cerco il libro che si adatterà meglio alla domanda. E’ per questo che le foto del sito permettono di conservare un ricordo delle diverse opere che ho creato e che sono partite per continuare la propria vita altrove. Tra i soggetti non solo insiemi di lettere, ma anche farfalle, gatti (non a caso fedeli compagni dei lettori e muse ispiratrici di tanti scrittori), semi di carte e messaggi indirizzati ad appassionati che spesso fanno ufficio di regali, come la creazione realizzata per il compleanno di un’accanita ammiratrice di Jane Austen . Il tutto firmato la plieuse , cioé la piegatrice, è lei che crea

Vedi oltre qui:
Au pli des pages, parole piegate nei libri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code