Bartezzaghi a Libri Come: Come le parole

Nel post precedente si parlava di lessico e in particolare si rifletteva su quante poche parole usiamo nella vita quotidiana. Mi sembra azzeccato agganciare al discorso l’intervento di ieri di Stefano Bartezzaghi sul palco di Libri Come. Cosa intendiamo quando ci riferiamo alle “parole”? Per Bartezzaghi la risposta è “ una cosa che scrivo tra due spazi, o tra due caselle se sto facendo un cruciverba. ” Quante sono le parole che abbiamo dimenticato? Alcune che pensiamo inesistenti in realtà spesso esistono. Nel momento stesso in cui le pronunciamo diventano reali, hanno una concretezza nel cavo orale e sul foglio, se le scriviamo. Bartezzaghi cita due testi: Il libro delle parole smarrite di Sabrina D’Alessandro e Le parole disabitate di Raffaella De Santis. Il primo su quei termini che stanno un po’ dentro e un po’ fuori dal vocabolario, come magalda , …

Visita il link:
Bartezzaghi a Libri Come: Come le parole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.