Bianco, celibe e vampiro, di Lynsay Sands. Il nuovo Odissea Vampiri & Paletti

Bianco, celibe e vampiro , di Lynsay Sands , è la seconda uscita per la collana vampirico-ironica Odissea Vampiri & Paletti di Delos Books e il terzo volume della serie paranormal romance Argeneau/Rogue . Anche se Delos ha deciso di seguire l’ordine di pubblicazione e non quello di lettura consigliato dall’autrice (vedi sotto), il romanzo è assolutamente godibilissimo. Tutti i libri che compongono la serie, infatti, sono autoconclusivi e, a parte i più recenti, che fanno effettivamente ampio riferimento a personaggi e situazioni del passato – per cui è bene leggerli in sequenza – sono sempre comprensibili. Inoltre Bianco, celibe e vampiro è un buon “punto” di partenza, perchè offre molte informazioni utili, ma anche un’introduzione “morbida”. La scrittrice canadese, già nota in Italia per alcuni romanzi di historical romance (l’altro genere “praticato” dalla Sands), arriva in Italia con la sua serie più famosa, apprezzata e longeva. I libri, i cui titoli si rifanno a titoli di film, racconteranno, con molta ironia , le vicende di una famiglia di vampiri canadesi, gli Argeneau. Le creature della notte della Sands hanno una genesi davvero singolare: ad Atlantide, tanto tempo prima, vennero creati dei nanochip che, inseriti nel corpo umano e alimentandosi col sangue, riuscivano a mantenere sano l’ospite, riparando i danni dovuti a …

Oltre:
Bianco, celibe e vampiro, di Lynsay Sands. Il nuovo Odissea Vampiri & Paletti

One Response to Bianco, celibe e vampiro, di Lynsay Sands. Il nuovo Odissea Vampiri & Paletti

  1. LadyAileen ha detto:

    Bianco, celibe e vampiro è sicuramente il primo in ordine di pubblicazione della serie Argeneau ma forse sarebbe preferibile leggerlo dopo i due libri dedicati ai fratelli di Lucern che in questo volume sono già legati sentimentalmente (le loro storie sono state raccontate in volumi pubblicati successivamente). Comunque, sono romanzi che si leggono benissimo singolarmente.
    Una lettura leggera, ironica e stravagante ma perfetta per chi non sa cosa leggere sotto l’ombrellone o è stanco di letture troppo impegnative.
    Non ho riso a creapapelle (salvo per quell’unica scena del ballo) ma di sicuro diverte. Proprio per il suo genere umoristico, alcuni aspetti possono sembrare assurdi e poco credibili come il fatto che la protagonista femminile accetti immediatamente e senza problemi l’esistenza dei vampiri.
    Il vampiro, pur mantenendo alcune caratteristiche riconducibili alla visione classica, ha comunque delle origini del tutto nuove e inaspettate (avete sentito parlare dei nanociti?). Forse l’unica pecca è che avrei approdondito di più questa spiegazione delle origini ma non conoscendo il contenuto degli altri libri resto nel dubbio.
    I punti di vista sono due (Lucern e Kate), una trama lineare, personaggi senza pretese e con un’ambientazione che piacerà molto agli amanti dei libri (soprattutto gli appassionati di Romance in quanto parte del romanzo è ambientato proprio durante la più famosa convention d’America dedicata al Romance)
    Un romanzo che mescola sapientemente vari generi: romance, urban fantasy e umorismo.
    Perfetto anche per chi non ha mai letto storie di vampiri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.