Biblio Hacking: ora i libri si scambiano in una cabina telefonica

Ecco una forma di hacking sociale e culturale che utilizza una cabina telefonica inglese come stratagemma per scambiare libri. Il progetto è nato da un’idea dello studente di Kingston, James Econ, per reagire ai tagli del governo inglese a causa dei quali sono a rischio chiusura alcune biblioteche pubbliche. Qualche mensola da verniciare e montare e un po’ chiodi sono la base di “ PhoneBoox “, progetto che vede l’installazione dei ripiani all’interno delle cabine telefoniche per sistemarci i libri a disposizione degli amici lettori, ai quali viene solo richiesto di riportarli e rimetterli al loro posto. Il book crossing insomma avanza, a fasi alterne, verso il futuro; e in modi a volte inaspettati. Lasciare libri negli spazi di passaggio pubblico è un po’ come lanciare dei semi di conoscenza. In Italia chi ama trovare libri, leggerli e poi liberarli di nuovo, fa riferimento a Book-crossing Italy.com Via | Graphism.fr @ Lift11 Marseille Biblio

Vedi il seguito qui:
Biblio Hacking: ora i libri si scambiano in una cabina telefonica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.