Big Bang: il discorso di Alessandro Baricco sul palco della Leopolda

In questi giorni alla stazione Leopolda di Firenze i cosiddetti “Rottamatori” capeggiati da Renzi si sono ritrovati per la seconda volta, a un anno di distanza dal primo incontro, a parlare del futuro dell’Italia. A questo giro il nome scelto per l’evento è stato Big Bang, a significare la volontà di una nuova partenza esplosiva che possa ricreare un legame di fiducia tra la classe dirigente della sinistra e la sua base, sempre più distante. Al di là dei discorsi politici, che potete trovare tra i post degli amici di Polisblog , in questa sede vi vorrei proporre qualche ragionamento a caldo sul discorso di Alessandro Baricco, lo scrittore e Gran Maestro degli Holdeniani, che è intervenuto sul palco della Leopolda con un breve intervento di una decina di minuti. Percorriamo velocemente ciò che ha detto Baricco. Dunque, l’inizio è promettente, lo scrittore torinese ammette le colpe della propria…

Estratto da:
Big Bang: il discorso di Alessandro Baricco sul palco della Leopolda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code