Buffa a chi?, di Elisa Cesari

Dedicato a tutte quelle bambine che con i loro broncetti riescono già a tirare fuori la loro personalità, anche se tutti non fanno che dire loro ‘ma come sei carina, ma come sei buffa’. Ma “Buffa a chi?” si chiede la piccola protagonista della storia di Elisa Cesari, quando subisce l’invasione degli amici dei suoi genitori. Sì perchè gli adulti che considerano ’strani’ i bambini – come se non fossero persone come loro, pur con le proprie ‘diversità’ – sono davvero insopportabili, pensa la protagonista. Ma non si rendono conto che sono loro, gli strani? Loro che si sentono tanto superiori sono perchè sono alti mezzo metro (scarso) più di lei? E così, se solo ti metti sotto il tavolo per guardarli meglio, ti accorgerai che “c’è chi ha due calzini diversi, chi una collzione di cicche sulle suole e…cos’è questa puzza di formaggio? Ehi, qualcuno si è addirittura tolto le scarpe!”. Jimmy, un amico che va in palestra con la mamma, spiega la sua dieta: “Non posso mangiare la pasta, il riso, la carne, il pesce, le uova, le uova di pesce, la carne di uova di pesce, la pasta di carne di uova di pesce…” Mentre i gemelli Ted e Tod…”sono diversi in tutto. Persino i loro capelli hanno deciso di crescere in posti diversi!”. E vogliamo parlare del papà, che mangia solo cose rosse, senza accorgersene? “Pasta al pomodoro, carne rossa, mele rosse…ma chissà perchè tuto rigorosamente accompagnato da vino bianco! ps: forse è meglio che qualcuno tenga d’occhio il pesce rosso!”. L’importante, però, è riuscire a stare bene tutti insieme, ognuno con le proprie differenze! E. Cesari Buffa a chi? Ed. Il Ciliegio, 10 euro Buffa a chi?, di Elisa Cesari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.