Charles Bukowski a botta sicura, di Gerald Locklin

Come andare d’accordo con Charles Bukowski: 1. Mai telefonargli (mai fatto) 2. Mai presentarsi senza essere stati invitati…3. Se dovete incontrarlo, fatelo la mattina…4. Quando Bukowski dice: “Eccoci, è ora di tornare alle str…..letterarie”, è il momento ideale per andarsene Chi meglio di un amico può cercare di descrivere agli altri una idea il più possibile anti-retorica e autentica di noi stessi: un compito del genere lo ha svolto secondo me in modo superblo, con toni paradossalmente tanto irriverenti quanto bassi, Gerald Locklin, storico “amico” appunto, del grande Buk. E così per avere tra le mani un ritratto quanto più possibile vero e semplice del vecchio genio, vi consiglio proprio di leggere Charles Bukowski a botta sicura , dell’editore Leconte. Già il sottotitolo la dice lunga: “Ehi Gerald, mia figlia verrà a studiare nella tua università l’anno prossimo. Non metterle le mani addosso!”. L’unica figlia di Bukowski, l’amatissima Marina, che “sa che se mi dicesse: Oddio, adoro il tuo modo di scrivere’ mi farebbe arrabbiare – dice di lei Buk – Siamo simili, non ce ne andiamo in giro a dire cose che possono essere capite”. Naturalmente c’è il racconto …

Leggi oltre:
Charles Bukowski a botta sicura, di Gerald Locklin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code