Ciclo della Terra Morente, di Jack Vance

Il Ciclo della Terra Morente , di Jack Vance (1916-2013), maestro pluripremiato della narrativa fantascientifica e fantasy recentemente scomparso, è in uscita oggi per Fanucci. Assente da edicole e librerie nostrane da moltissimi anni, da poco omaggiato da George R. R. Martin e Gardner Dozois con la raccolta di racconti Songs of the Dying Earth: Stories in Honor of Jack Vance , suddivisa, in Italia, nei tre volumi Storie del crepuscolo di un mondo 1 e 2 e La Terra al tramonto (Urania 1567/2011, 1580/2012, 1590/2013), il Ciclo della Terra Morente , si compone di 4 volumi: La Terra Morente ( The Dying Earth , raccolta di racconti), Le avventure di Cugel l’Astuto ( The Eyes of the Overworld , romanzo), La saga di Cugel ( Cugel’s Saga , romanzo a episodi), Rhialto il Meraviglioso ( Rhialto the Marvellous , racconti e un saggio). Il ciclo fantasy( -fantascientifico ), iniziato nel 1950 e completato nel 1984, si ambienta sulla Terra di un lontanissimo futuro, in cui il sole, ormai rosso, è quasi giunto alla fine della sua vita. Da molto tempo la luna è sparita e nel mondo è rinata la magia. Il pianeta è morente, è arido e freddo e sulla sua superficie vivono i resti decadenti della civiltà umana, quasi estinta, maghi e creature mostruose di origine magica ( * ). Gli oggetti tecnlogici sono presenti e utilizzati, ma gli uomini non li distinguono da quelli magici, nè si interrogano sulla loro origine o sugli incantesimi che recitano. In questo contesto s’inseriscono le avventure di alcuni personaggi, come Cugel l’Astuto, costretto da un mago a cercare una lente per vedere il Sopramondo, o Rhialto il Meraviglioso, un mago vanitoso e…

Leggi l’articolo originale:
Ciclo della Terra Morente, di Jack Vance

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.