Coco Chanel, Genio Passione Solitudine di Claude Delay

Le biografie su Coco Chanel non si contano, ma il primo ottobre 2012 ne è uscita una nuova: Coco Chanel – Genio, Passione, Solitudine da Edizioni Lindau (23.00€), ce n’era bisogno? Assolutamente sì! Il libro è scritto dalla psicanalista Claude Delay (classe 1934), che ebbe il privilegio di starle vicino e di raccogliere le sue confidenze negli ultimi dieci anni di vita (Chanel è morta nel gennaio del 1971); un racconto intimo dal taglio introspettivo, che solo una studiosa dell’animo umano può mettere in atto raccontando le gesta di questo gigante della moda, che in realtà era una personalità volitiva ma fragile, racchiusa in un piccolo e atletico corpo. Da adulta è mascolina, tagliente, senza mezze misure; ma la Coco bambina subisce l’imprinting dell’abbandono paterno , e questo dolore non lo dimenticherà mai. Le sue relazioni più importanti sono con figure protettive: Etienne , Boy/Arthur Capel , il Duca di Westminster . Uomini che l’aiutano a maturare -e a far fruttare- il suo innegabile talento (quel fervore artigiano che non la lascerà mai, complici le forti mani da lavoratrice eredità della sua origine contadina), ma che pure le consentono di apprendere il più possibile (è avida di conoscenza) e districare il grumo di emozioni e di grande energia che si porta dentro, contribuendo a generare così la sua direzione. Imperterrita, Coco veleggia nel bel mondo, conquistando con il suo stile tutto personale le grand dames che, per stare al passo con lei, non esitano a gettare nel dimenticatoio le crinoline e i lunghi treccioni, tagliati di netto per portare i mitici chapeaux. …

Segui il post:
Coco Chanel, Genio Passione Solitudine di Claude Delay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.