Cosa pensano i cinesi quando guardano Monna Lisa, un saggio francese sulla mondializzazione delle culture

Il pensiero di Wu Hongmiao , importante esponente della cultura contemporanea cinese nonché professore di francese presso l’università di Wuhan (capoluogo della provincia di Hubei e città più popolosa della Cina centrale, situata alla confluenza tra il Fiume Azzurro e il fiume Hai), si intreccia con quello della filosofa francofona Christine Cayol , residente a Pechino da quasi un decennio, fondatrice della maison Yishu 8 , centro di mecenatismo dedicato all’accoglienza degli artisti locali e alla loro familiarizzazione con l’arte e i patrimonio occidentale, e organizzatrice di eventi che vanno nella stessa direzione, favorendo un canale di scambi continui tra i due paesi. Il risultato di questo incontro è una gradevolissima disquisizione sul senso dell’arte, sulle sue frontiere e sui ponti che…

Vai qui e leggi tutto:
Cosa pensano i cinesi quando guardano Monna Lisa, un saggio francese sulla mondializzazione delle culture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.