Esempio d’amor divino, una poesia di Gerard Manley Hopkins

Nelle nostre poesie per la domenica ci soffermiamo spesso sull’amore: del resto, quale altro sentimento umano è così potente? Le pagine delle poetesse e dei poeti sono piene di versi che inneggiano l’amore. A volte lo maledicono. C’è anche chi scrive dell’amore verso l’Altro e trasforma in lirica quella scelta d’amore che esclude tutte le altre. Esempio d’amor divino è una di queste poesie religiose. Autore è il gesuita Gerard Manley Hopkins (1844-1889), considerato il poeta religioso più intenso non solo del Regno Unito ma di tutta l’Europa dell’Ottocento. È ritenuto anche come uno dei poeti più “audacemente sperimentali” di tutta la letteratura anglosassone. Le sue poesie sono state pubblicate solo postume, nel 1918. In Italia è disponibile presso vari editori, tra cui Guanda. Esempio d’amor divino Ho voluto recarmi là dove le fonti non s’inaridiscono, in campi su cui la secca e sghemba grandina non s’abbatte, ma i gigli sparsamente fioriscono. Ho chiesto di vivere là dove gli uragani non si spingono, e la distesa verde s’inarca muta lungo le baie là dove il mare sconvolto non approda. Foto | Flickr Esempio d'amor divino, una poesia di Gerard Manley Hopkins

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.