Giorni d’amore e inganno, di Alicia Gimenez-Bartlett

Il villaggio, con le sue ampie villette, con i quieti giardini privati e il bellissimo parco pieno di fiori e di silenzio, era il luogo ideale per vivere, a patto di riuscire a dimenticare che tutt’intorno a quella specie di campus paradisiaco si ergeva un muro altissimo sormontato da una rete di gilo spinato, e che guardie armate sorvegliavano il cancello d’ingresso. Alicia Gimenez Bartlett è apprezzata scrittrice di gialli edita da Sellerio. Ho trovato una lettura molto piacevole e pulita, e contemporaneamente densa, questo suo Giorni d’amore e d’inganno. Nessun omicidio e nessuna indagine, qui. O forse sì. Una indagine ben elaborata di cosa significa la vita di coppia. A confronto, l’esistenza di quattro donne. La (apparentemente) insignificante Victoria, la “bambolina” americana Susy, l’autodistruttiva Paula dalla lingua salace. E infine la più anziana, quella che sembra a prima vista la più realizzata, Manuela. Tutte e quattro hanno seguito i rispettivi mariti in un cantiere edile in Messico, ognuna con le sue aspettative. Sradicate dal loro contesto abituale di vita, sole in casa cinque giorni su sette (il cantiere è distante dal borgo abitato dalle famiglie di chi ci lavora), i loro rapporti improntati in un primo momento a una cordiale formalità si trasformeranno quando una di loro si innamora del marito…

Vai avanti:
Giorni d’amore e inganno, di Alicia Gimenez-Bartlett

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.