Giulio Einaudi al palazzo Reale di Milano l’arte di pubblicare in mostra

Il solo nome di Giulio Einaudi evoca pomeriggi interi passati alla ricerca del nuovo compagno delle prossime avventure libresche. Lunghe ore nelle quali gli autori e le storie si susseguivano ad un ritmo febbrile, instillando stimoli quasi elettrici nelle cellule neuronali. E una parte importante di queste sensazioni arrivavano dritte dalla casa editrice che porta il nome del suo fondatore, l’allora ventunenne Giulio, partito per un viaggio, che lo avrebbe impegnato per i sessantaquattro anni successivi. Iniziato al terzo piano di via Arcivescovado 7, Torino, nello stesso palazzo che era stato sede del settimanale L’Ordine Nuovo di Antonio Gramsci, il suo progetto era ben lungi dal presentarsi come un romantico desiderio di evasione, come dimostra il pragmatismo del quale è intrisa l’ opera inedita di Giulio Paolini dedicata proprio agli occhiali di Giulio Einaudi . Le tappe di questo lungo periplo umano e professionale, sono state riunite in una mostra, visitabile gratuitamente presso le sale all piano terra del Palazzo Reale di Milano , fino al 13 gennaio 2013. “L’arte di pubblicare” è un’esposizione che rende omaggio ad un uomo e all’importante realtà editoriale che seppe mettere in piedi e sostenere nella sua vertiginosa crescita, come sottolineano le parole di Malcolm Einaudi , presidente della Fondazione intitolata a suo nonno: E’ una mostra di arti, plurale, perché è l’intreccio di alcune arti che sono arti applicate, la grafica, il book design, la tipografia, e con l’arte figurativa vera e propria, ma anche con l’arte letteraria. Testi e collane che sono passate alla storia dell’editoria italiana, per restare fedeli compagne di generazioni e generazioni di lettori, appassionati dei Coralli, e curiosi fan delle opere d’arte di maestri come Morandi, Giacometti o Modigliani , che

Oltre:
Giulio Einaudi al palazzo Reale di Milano l’arte di pubblicare in mostra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.