Günter Grass & la poesia della discordia

Si ratta di Günter Grass , premio Nobel 1999, scrittore universalmente riconosciuto nonché “rinomata fonte di scandali”, del quale vi abbiamo parlato spesso, l’ultima volta in occasione del suo ritorno sugli anni nazisti rievocati dalla pubblicazione del libro di Kai Schlueter che lo chiamava direttamente in causa già nel titolo “Günter Grass nel mirino: i dossier della Stasi” . Forse avrete già capito che non siamo qui a presentarvi il suo ultimo libro, bensì a cercare di metter insieme un po’ di elementi che aiutino, ciascuno per sé, a dirimere l’affaire che lo ha portato al centro della polemica negli ultimi giorni. La “pietra dello scandalo” è una poesia che denuncia l’armamento nucleare israeliano, “Quello che deve esser detto” la denominazione introduttiva del testo, rifiutato dal settimanale di Amburgo Die Zeit , che ha preferito non pubblicarlo, rallentandone solo di poco l’apparizione e la conseguente eco di sdegni, condanne e solidarietà. Vi consegniamo un estratto, nella traduzione di Claudio Groff per Repubblica, e vi invitiamo a leggere l’integrale : Ora però, poiché dal mio paese, di volta in volta toccato da crimini esclusivi che non hanno

Continua qui:
Günter Grass & la poesia della discordia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *