I delitti imperfetti della Signora in Giallo

Sexyvia di Pinkblog ci invia un racconto breve dal sapore noir, eccovelo pubblicato. Contattateci alla mail del blog se avete racconti brevi nel cassetto: stiamo pensando di aprire una rubrica settimanale dove pubblicare i vostri scritti migliori. Il cadavere giaceva in una posa innaturale. E non poteva essere altrimenti, dato che si trovava con le gambe sul letto, il bacino a terra e la testa sopra il comodino. Attorno al collo il filo del telefono, i polpastrelli blu tipici di chi è stato avvelenato, il cranio crivellato di proiettili, il torace sconquassato da coltellate, un principio di incendio all’altezza del bacino. E infilata in un posto che è meglio non precisare, una banana di proporzioni gigantesche. Ovviamente sangue in ogni dove. A ben guardare poi, il cadavere presentava anche un aspetto non proprio umano: dal cranio spuntavano delle specie di corna, dal sedere partiva una lunga coda. E quella faccia, quella faccia che ricordava troppo Rosy Bindi. No, decisamente non era umano. Il comandante dei RIS impartiva ordini ai suoi agenti: tutto doveva essere repertato, a partire dai granelli di polvere per finire con il pulviscolo atmosferico. A un tratto si materializzò in mezzo a loro un’improbabile vecchina, ormai malferma sulle gambe e sul suo bastone, ma inconfondibile nella sua parrucca biondo-rossiccia: la Signora Fletcher aveva ancora uno sguardo molto acuto e una fama non proprio edificante; si raccontava infatti che ovunque andasse spuntasse almeno un morto ammazzato, quando non due o anche tre. “Comandante, come pensa che sia stata uccisa questa…creatura spaventosa?” chiese Jessica con una vocina molto acuta e preoccupata. “Uccisa? Perché chi ha detto che sia stata uccisa?” rispose con aria sprezzante il comandante dei RIS. “Bè ma mi sembra evidente… più uccisa di così… SI MUORE” ribattè Jessica. “Lei non ha mai visto quel film dove è il destino a decidere? Non ci puoi fare niente, se è la tua ora è la tua ora, anche se non lo vuoi. Il/la malcapitato/a, che potremmo chiamare IT, potrebbe aver avuto un mancamento: cadendo appena sceso dal letto, può essere inciampato nel filo …

Continua qui:
I delitti imperfetti della Signora in Giallo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.