Il 3 maggio 1937 Via col Vento riceveva il Premio Pulitzer

Oggi cade l’anniversario del Premio Pulitzer conferito al romanzo di Margareth Mitchell nel 1937, l’unico romanzo scritto dall’autrice che però la rese famosissima grazie al suo spaccato della civiltà americana tardo-ottocentesca. La prima pubblicazione del romanzo Via col Vento (Gone with the wind) risale al 1936, un anno dopo, esattamente il 3 maggio, la sua autrice Margareth Mitchell riceveva il Premio Pulitzer; molti lo conoscono per la versione cinematografica, un polpettone di oltre 3 ore che ogni volta che lo riguardo mi tiene incollata allo schermo. Ma il vero caso fu il libro, il primo libro “pop” della storia, schizzato subito in testa alle classifiche di vendita e saldo in sella per almeno due anni pieni. L’ epicentro intorno a cui si muove la storia d’amore -non corrisposto, piegato alle convenzioni sociali, alternato a picchi di odio e rabbia- è la guerra di secessione americana; ai tempi fece abbastanza scalpore il fatto che la Mitchell proponesse una visione altra del conflitto tremendo che squarciò la nazione, ovvero la prospettiva sudista. La copia in mia possesso è un’edizione Oscar Mondadori del 1989 di 871 pagine e inizia così: Rossella O’Hara non era una bellezza; ma raramente gli uomini se ne accorgevano, quando, come i gemelli…

Oltre:
Il 3 maggio 1937 Via col Vento riceveva il Premio Pulitzer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code