Il campo di concentramento di Dachau: 5 libri per non dimenticare

La visita di Angela Merkel al campo di concentramento di Dachau è stata un momento importante , considerato che è la prima volta che un Cancelliere tedesco si reca in visita a quel campo, l’ex prima fabbrica della morte dell’arcipelago Gulag nazista. Ha detto la Merkel: Questo che fu il primo Lager aperto dai nazisti forti allora del consenso della maggioranza resti quello che è per me Cancelliera e per le mie emozioni, il luogo della tristezza e della vergogna. Oggi più che mai la Memoria è necessaria oggi più che mai è necessario tener presente che la minaccia dell’ultradestra, dell’antisemitismo e di ogni forma di razzismo, discriminazione, emarginazione è viva. Va combattuta con il coraggio civile e l’impegno che noi tedeschi allora non avemmo. Non con l’indifferenza che vediamo anche oggi verso tante nuove sofferenze. La Memoria è necessaria e molto spesso sono i libri a tramandarla. Su Dachau in Italia sono disponibili varie pubblicazioni. Vediamone alcune: Erino D’Agostini : Un prete a Dachau. Il ricordo non impedisce il perdono (Morganti, 2012). Don Erino D’Agostini scrisse in una sorta di diario i fatti che lo videro partecipare al movimento di Liberazione partigiana nel Friuli orientale, poi in veste di prigioniero politico nel carcere di Udine, sino al suo internamento nel lager di Dachau. Entrò nel luglio del 1944 nella Resistenza con il nome di battaglia Unio. Dopo mesi di assistenza alla popolazione e ai partigiani combattenti, fu arrestato nel mese di dicembre a Canal di Grivò dai cosacchi, che presidiavano per conto dei nazisti l’Alto Friuli. Incarcerato a Udine, nel febbraio del 1945 salì sul convoglio dei deportati destinati al campo di concentramento di Dachau. Giovanni Melodia : Non dimenticare Dachau. I giorni del massacro e della speranza in un lager nazista (Mursia, 2006). In queste pagine Giovanni Melodia narra la sua esperienza nel campo di sterminio di Dachau. Le sue memorie si distinguono da altre testimonianze sui Lager nazisti poiché descrivono ciò che avvenne dopo la liberazione…

Vedi il contenuto originale:
Il campo di concentramento di Dachau: 5 libri per non dimenticare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *