Il letto di Frida, di Slavenka Drakulic. Incontro con la traduttrice

Frida Kahlo giace nel suo letto. Sente di essere arrivata al capolinea: è stanca e senza più forze. Prima di andarsene però ha bisogno di tornare indietro, di ripercorrere la sua esistenza e di indugiare sui momenti salienti, per tirare le fila e congedarsi in pace. Così torna bambina e rivive la malattia alla gamba che la costrinse a rimanere immobile per lungo tempo; ricorda i suoi genitori: la madre dura e fredda e il padre debole e depresso. E racconta l’incidente che le cambiò la vita, quando su un tram venne trafitta da un corrimano e riportò numerose fratture. Da lì cominciò il suo …

Altro:
Il letto di Frida, di Slavenka Drakulic. Incontro con la traduttrice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.