Il piccolo principe di Saint-Exupery un successo lungo settant’anni

E’ il secondo libro più letto e tradotto al mondo, dopo al Bibbia, si tratta del “Piccolo Principe” dell’aviatore-scrittore francese Antoine de Saint-Exupéry , un’icona per grandi e piccini che resiste al passare veloce delle stagioni e festeggia nel 2013 le sue settanta primavere. Un alieno biondo e delicato, innamorato a tal punto della sua rosa da volerla proteggere sotto una campana di vetro dalle polveri cosmiche e dalle pericolose mascelle di una pecora. Ecco il protagonista del primo libro nel quale mi sono inoltrata, alla veneranda età dei sei anni compiuti da poco, e con i piedi ben piantati su una panchina di marmo dell’isola d’Elba che i miei genitori ricordano ancora, a causa delle numerose testate che le ha inflitto la peste che ha inaugurato la loro filiazione (sempre la sottoscritta naturalmente), incurante dell’arredo urbano, peraltro piuttosto solido, del comune di Porto Azzurro. In quelle pagine scritte a New York durante la Seconda Guerra Mondiale e pubblicate, con le indimenticabili illustrazioni ad acquarello dello steso autore, prima nella Grande Mela (1943) e poi in Francia (nel 1946) per il famoso editore Gallimard ; ho scoperto il senso dell’amicizia, la complessità delle relazioni d’affetto e la costante dedizione che richiedono, espressa nel discorso sempre valido della piccola volpe selvatica, che invita quello strano bambino dai capelli color del grano a ritornare a vederla ogni giorno, affinché essa abbia il tempo di abituarsi alla sua presenza e di sentire crescere progressivamente la gioia in attesa dell’incontro a venire. Insieme all’aviatore disperso Saint-Exupery ho cercato a lungo la sola acqua che disseta davvero, quella carica dei significati della vita e allo stesso tempo immemore e piena di speranza. Ho esplorato, e insieme a me milioni di lettori grandi e piccini, pianeti lontani gestiti da sovrani assurdi e sognato di assaporare i tramonti che nel deserto assomigliano a…

Vai qui e leggi il resto:
Il piccolo principe di Saint-Exupery un successo lungo settant’anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.