"Il sarto di Picasso" di Luca Masia

“Il sarto di Picasso”, di Luca Masia è la storia di Michele Sapone , sarto campano dall’esistenza ricca di incontri. Un giovane originale dal sorriso aperto, pronto a passare, con grande impegno, per le professioni di muratore, maniscalco e barbiere, prima di approdare al mestiere del proprio destino, quello di sarto, come si era già potuto intuire. Artigiano raffinato giunto per le vicissitudini della guerra sulle colline di Spalato, luogo di battaglie e d’amore tra le braccia di Slavka, ottima mano con ago e filo, partigiana e futura compagna di tutta la vita. Un colpo del destino ed eccoli passare per Ginevra e per Parigi prima di atterrare sulle dolci coste francesi del sud, dove Michele si è “ammalato d’arte” salendo in vespa con un funzionario del Consolato Italiano che doveva consegnare un passaporto, in direzione la casa del pittore Manfredo Borsi , dove nascerà una duratura amicizia e una passione almeno conseguente. Un mondo nel quale Sapone confezionerà magnifici abiti e i suoi clienti lo ricompenseranno con opere d’arte. Creazione contro creazione, come ai tempi del baratto. E poi il ritmo intenso e rilassato allo stesso tempo della vita che scorre, con il lavoro e le occasioni di divertimento. Il 25 ottobre 1956 è il compleanno di Picasso , che si festeggia con una bella festa nella villa dell’artista a Cannes, la leggendaria “La Californie”, alla presenza degli amici più cari, alcuni dei quali seguiranno “Don Michele” (come lo chiamano ormai nella sua Bellona natale) nella gara di solidarietà organizzata con …

Leggi questo articolo:
"Il sarto di Picasso" di Luca Masia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.