Il sogno di Talitha, di Licia Troisi. Inizia la nuova serie I Regni di Nashira

Il sogno di Talitha , di Licia Troisi , è il primo volume della nuova e attesa serie I Regni di Nashira , che nulla ha a che vedere con le celebri saghe sul Mondo Emerso, vendutissime in Italia e all’estero. Anche Il sogno di Talitha , come quasi tutti i lavori di Licia Troisi, è impreziosito dalla splendida immagine di copertina di Paolo Barbieri . E finalmente siamo arrivati alla nascita di un nuovo mondo! Ammetto di essere piuttosto curiosa di scoprire cosa ha “inventato”, questa volta, la scrittrice romana (lo so, sono adulta, le sue serie non sono rivolte a me, ma ai ragazzi, e la cosa è certamente evidente. Ma considero Licia Troisi il mio guilty pleasure personale del fantasy…). Il nuovo mondo si chiama Nashira e le avventure sono ambientate, principalmente (o, quantomeno, nel primo volume), in uno dei suoi “continenti”, Talaria. In questo mondo dai due soli il bene più prezioso, ma ahime scarso, è «l’ aria , prodotta da immensi alberi e trattenuta da un materiale dalle proprietà particolari» ( * ), delle pietre arcane, che sono legate a un più ampio e potente culto, detto dei Risonanti , i cui sacerdoti sono gli unici a poter usare la magia e attivare le pietre stesse. Talitha , la protagonista della serie e uno dei personaggi più indomiti e attivi che Licia Troisi abbia creato ( * ), è la figlia del conte del Regno dell’Estate (Nashira è divisa in 4 regni legati alle stagioni). Dopo la morte della sorella, la dinamica e ribelle ragazza viene costretta a prendere il suo posto tra i Risonanti, in un monastero, dove l’attende un’esistenza ritirata e regolata, piena di divieti e intrighi. Ma Talitha non si vuole piegare. Nata con la spada in mano e poco incline al tipo di vita a cui è stata destinata, la …

Leggi l’articolo originale:
Il sogno di Talitha, di Licia Troisi. Inizia la nuova serie I Regni di Nashira

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.