Il sorriso della Gioconda, di Eric Battut

Perchè i grandi ammirano tanto quel piccolo quadro in cui c’è una bella signora che sorride? Cosa pensa lei, ferma in posa, da centinaia d’anni? E perchè il suo autore, quel geniaccio di Leonardo da Vinci, non se ne separava mai, neanche durante i viaggi? Non è facile spiegare ai più piccoli uno dei più fitti enigmi dell’arte, quello del famigerato sorriso della Gioconda, ma come al solito, scegliendo le parole più semplici e trasformando la sua vicenda in una storia che sa di favola, forse capiranno loro stessi più di quanto ne sappiamo noi. Perchè, come scrive Eric Battut in questo poetico Il sorriso della Gioconda , tutto sta nel seguire Leonardo nel percorso che ha portato a dipingere la misteriosa dama. E soprattutto, partire dalle domande che lo hanno ispirato, schiacchiato com’era – come tutti noi – dalla vastità dei cieli stellati, gli orizzonti sconfinati che ammirava per trovare la concentrazione, il suo interrogarsi sull’essenza dell’uomo. “Il riso e il sorriso appartengono all’uomo. Ecco l’idea!” , si dice Leonardo, iniziando a chiedersi come trasmettere il suo credo al resto dell’umanità. Perchè a volte basta uno spettacolo di burattinai e la divertita falce di una luna luminosa in cielo a far nascere le idee più geniali: basta solo trovare “un sorriso da rubare al mondo” e da fissare su una tela. E. Battut Il sorriso della Gioconda Bohem Press 15.50 euro Il sorriso della Gioconda, di Eric Battut

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code