La favola di Raperonzolo illustrata da Antonio Boffa

È veramente curiosa la forma di questo libro che ci narra una delle favole più note, Raperonzolo , illustrata dalla penna di Antonio Boffa. Le pagine infatti,di spesso cartone, sono tagliate secondo una speciale sagomatura che rende più facile sia afferrare il volumetto che naturlamente sfogliare le pagine, soprattutto se si hanno le mani piccole (d’altronde il libro è adatto dai 3 anni in su). Il formato infatti è lo Sfogliafacile, ideato dalla casa editrice uovonero proprio per facilitare la lettura e la manipolazione. A lato delle belle illustrazioni, la favola narrata con l’uso di simboli PCS (Picture Communication Symbols), immagini grafiche che rappresentano “parole, frasi e concetti per rinformazione l’espressione e la comprensione”, leggo. Si tratta comunque di tecniche utili a “facilitare la comunicazione in persone che hanno una capacità comunicativa ridotta” e quindi innanzitutto un plauso al coraggioso editore che manda in libreria una iniziativa del genere, utile comunque anche a livello didattico. Per quanto riguarda la trama, tutti sappiamo come è andata, ma provo a raccontarvela di nuovo proprio leggendo il sistema PCS del bel libro: una bella coppia, in attesa del tanto sospirato pargolo, e la loro casetta confinante con un bel giardino che però purtroppo appartiene a una strega cattiva. Quando hai

Leggi e segui:
La favola di Raperonzolo illustrata da Antonio Boffa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.