La fine può attendere, di Lori Handeland. Proseguono le avventure di Elizabeth Phoenix

La fine può attendere , della prolifica Lori Handeland , è il secondo volume della serie urban fantasy per adulti The Phoenix Chronicles e il seguito di Contro l’Apocalisse , per la collana Odissea Streghe di Delos Books. Nel libro precedente avevamo conosciuto Elizabeth Phoenix , ex-poliziotta sensitiva che, alla morte della pseudo-madre adottiva, Ruthie, aveva ricevuto da lei in “dono” (assai poco gradito) la capacità di individuare le creature soprannaturali, trasformandola, di fatto, in una super Veggente, a capo delle forze del Bene. Ai suoi ordini gli AD, gli Ammazza Demoni, in lotta contro le forze del Male, Apocalypse-oriented. (Per alcuni aspetti, e con caratteristiche diversissime tra loro, Elizabeth Phoenix è una sorta di incrocio tra la vampire huntress Damali Richards della Banks e Cassandra …

Continua a leggere:
La fine può attendere, di Lori Handeland. Proseguono le avventure di Elizabeth Phoenix

One Response to La fine può attendere, di Lori Handeland. Proseguono le avventure di Elizabeth Phoenix

  1. LadyAileen ha detto:

    Siamo giunti al secondo volume della serie per adulti urban fantasy The Phoenix Chronicles che vede protagonista Liz Phoenix una ex-poliziotta diventata una Veggente dai poteri incredibili diventata per caso il capo delle forze del Bene in vista dell’imminente Apocalisse. A questo bisogna aggiungere la presenza di due fusti: Jimmy Sanducci (mezzo vampiro) ex fidanzato di Liz e Sawyer uno stregone Navajo, un versipelle misterioso e sfuggente.
    Una serie urban fantasy incentrata principalmente sull’eterna lotta tra Bene e Male e dove faranno la comparsa ogni tipo di creatura paranormale esistente (con origini a dir poco strane ma originali).
    La storia è raccontata in prima persona da Elizabeth e il punto di vista rimane solo ed esclusivamente il suo. Liz è una tipa tosta e allo stesso tempo vulnerabile ma la scelta di farle acquisire poteri attraverso il sesso non riesco ad apprezzarlo. Sawyer è il personaggio che più mi ha intrigato, nel volume precedente non aveva avuto molto spazio ma in questo cominciamo a conoscere il suo lato umano.
    La storia ha senza dubbio del potenziale ma dopo questo volume non ho intenzione di continuare, non credo che sia brutto ma non mi ha coinvolto come mi aspettavo (in alcuni punti il romanzo è un po’ lento).
    Il finale non lascia l’amaro in bocca ma come tutti i volumi che fanno parte di una serie la storia non è ancora totalmente conclusa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.