La manomissione delle parole, di Gianrico Carofiglio

La parola manomissione ha due significati…nel primo è sinonimo di alterazione, violazione, danneggiamento. Nel secondo, che discende direttamente dall’antico diritto romano (manomissione era la cerimonia con cui uno schiavo veniva liberato) essa è sinonimo di liberazione, riscatto, emancipazione. Il titolo del nuovo libro di Gianrico Carofiglio, e l’idea che vi sta dietro, ha un’origine davvero curiosa. Il brano da cui il testo prende spunto, infatti, era stato inserito dall’autore in un suo romanzo (Ragionevoli dubbi), e in particolare all’interno di un libro che l’avvocato Guerrieri comperava in una libreria. Carofiglio spiega che molti lettori del romanzo avevano cercato, invano, quel libro inventato. Un libro inventato e funzionale al romanzo che però lui, nel tempo, ha sentito il bisogno di scrivere davvero. Curioso no? Io personalmente non potevo non leggere un libro sul potere delle parole dopo aver amato La Bellezza e l’Inferno (e proprio al Potere delle parole Saviano ha dedicato la sua ultima opera, uscita per Einaudi). Senza scomodare l’urlo di Nanni Moretti ‘le parole sono importanti’, Carofiglio ci ricorda, con una serie di bellissime e azzeccate citazioni, che a suo tempo già Orwell mostrava nei suoi saggi come “combattere contro il cattivo linguaggio significhi, anche, opporsi al declino della civiltà”. Una mancanza di proprietà di linguaggio per esprimere le …

Link:
La manomissione delle parole, di Gianrico Carofiglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.