La ragazza che vendicò Che Guevara, di Jürgen Schreiber

Se non fosse per la drammaticità degli eventi narrati, si potrebbe paragonare la storia narrata ne La ragazza che vendicò Che Guevara alla celebre canzone Alla fiera dell’est di Angelo Branduardi: un rincorrersi di personaggi legati da un filo invisibile eppure palesemente forte. Il giornalista Jürgen Schreiber racconta, infatti, di Monika Ertl, la donna tedesca che uccise Roberto Quintanilla Pereira. Costui, a sua volta, aveva ucciso Che Guevara. Non solo. Aveva anche ucciso Inti Peredo, erede di Che Guevara, nonché amante di Monika Ertl, che, lo ripetiamo, uccise Roberto Quintanilla Pereira, con la pistola che apparteneva a Giangiacomo Feltrinelli, giusto per complicare le carte in tavola. E il cerchio si chiude, forse. Jürgen Schreiber, giornalista investigativo e scrittore, ricostruisce con rigore storico la vicenda di Monika Ertl, il suo avvicinarsi alla rivoluzione, le sue passioni, il modo in cui ha vendicato il Che e Inti Peredo e la sua tragica fine. Oltre agli intrighi internazionali ben descritti dall’autore, ho trovato affascinante il modo in cui gli eventi sono narrati. Da un lato abbiamo un inizio alla Tolstoj de La morte di Ivan Il’ič : viene raccontato subito l’omicidio di Roberto Quintanilla Pereira e poi si devono leggere pagine e pagine per ricostruire tutti i passaggi che hanno portato a quell’atto che apre il libro. Una…

Segui il post:
La ragazza che vendicò Che Guevara, di Jürgen Schreiber

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code