La spada e la promessa, di Jacqueline Carey. Si conclude il Ciclo di Imriel

La spada e la promessa , di Jacqueline Carey , è il seguito de Il bacio e il sortilegio e il sesto e conclusivo volume del Ciclo di Imriel , fantasy pseudo-ucronico avventuroso ed erotico e parte della più ampia Kushiel’s Legacy Series , che include anche il Ciclo di Phèdre (vedi schema poco oltre). Alla fine de Il bacio e il sortilegio eravamo rimasti alla vigilia di grandi e risolutivi eventi, sia di tipo internazionale, bellico e magico, che personale. Mi aspetto davvero che Jacqueline Carey che, con il Ciclo di Imriel , aveva parzialmente abbassato il livello qualitativo del suo narrare, riprenda, con l’ultima parte di Kushiel’s Mercy , quel respiro epico, quella potenza evocatrice che aveva contraddistinto l’ originale, creativo e innovativo Ciclo di Phèdre e che abbiamo cominciato a ritrovare nell’ultimo paio di mezzi-libri (ricordiamo che nell’edizione italiana i volumi del Ciclo di Imriel sono divisi in due). Grandi cose, quindi, mi aspetto ne La spada e la promessa , sia in ambito stilistico sia dal punto di vista dello sviluppo dell’avventurosa trama, composta da fili , ben provvisti di amo, ai quali siamo rimasti poco elegantemente appesi alla fine del libro precedente. Riuscirà Serafin, con la sua nave aragoniana ribelle ad arrivare in Terre d’Ange? E troverà il paese sull’orlo della guerra civile, con Ysandre e Città d’Elua ancora stregate dall’incantesimo cartaginese, oppure qualcosa sarà cambiato (al solito… chi ha letto sa…

Leggi qui il resto:
La spada e la promessa, di Jacqueline Carey. Si conclude il Ciclo di Imriel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.