La Trama del matrimonio di Jeffrey Eugenides

Jeffrey Eugenides è un nome che non dovrebbe suonarci nuovo. E’ lui l’autore del Le Vergini suicide il romanzo dal quale Sofia Coppola ha tratto il film-capolavoro del 1999, e anche di Middlesex , che gli è valso il premio Pulitzer per la narrativa nel 2003. E’ suo anche La trama del matrimonio , ancora una volta incentrato sulla storia di una giovane donna: Madeleine Hanna, studentessa della Brown University (stessa università dell’autore) senza ombre che vedrà la sua vita cambiare in una folata di vento. L’amore letto e riletto nei classici della letteratura romantica busserà alla sua porta ricoperto da una veste tutt’altro che chiara. Sono gli anni ‘80 e “infuria la moda dello strutturalismo e del decostruttivismo”. Intere trame si distruggono in nome dell’idolo Barthes , ricoagulandosi attorno ai termini del suo celebre glossario Frammenti di un discorso amoroso , e i capisaldi stessi della giovane, che decide infine di iscriversi al corso di semiotica, sono sottoposti ad “aspre ristrutturazioni di senso”. Ma l’esistenza è pronta ad irrompere nelle pagine e Madeleine si ritroverà divisa tra il fascino carismatico e solfureo di Leonard Bankhead, e la strenua convinzione di Mitchell Grammaticus, amico appassionato di religioni, ricomparso dal passato per far di lei la “donna della sua vita”. Un triangolo degno delle più articolate pagine amorose, che non mancherà di accendere gelosie e passioni infuocate. Lo stesso Eugenides da indicazioni sul pubblico al quale è rivolto

Continua qui:
La Trama del matrimonio di Jeffrey Eugenides

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code