Le Storie Dipinte di Dino Buzzati ritornano a Milano

Dopo “Poema a Fumetti” eccoci ritornare nell’immaginifico mondo di Dino Buzzati . Sotto forma di ronda del soldato al confine col deserto degli sconosciuti, ma tanto attesi Tartari, oppure sui passi rapidi di un pellegrinaggio notturno nelle strade di un capoluogo lombardo silenzioso e post-industriale trasformato in ingresso dell’Ade, il “caro Dino” ritorna nella sua Milano a più di cinquant’anni dalla mostra che lo vide protagonista della prima personale tenutasi nel 1958 alla galleria dei Re Magi , il cui titolo “Le storie dipinte” è stato ripreso per una nuova esposizione, visitabile fino al 3 febbraio, presso la Galleria Antonia Jannone . Una raccolta di “cinquantatré dipinti narrativi”, composti da scene disegnate accompagnate da relative didascalie, che porteranno il lettore-visitatore dritto nelle braccia del complesso subconscio buzzantiano, popolato di fantasmi e di visioni allucinanti riunite nel volume omonimo curato da Lorenzo Viganò per le edizioni Mondadori . Pagine e pagine di immagini, racconti da assaporare con lo sguardo e con la mente, avendo cura di lasciar scorrere certi freni per ritrovare quelle suggestioni che furono già di un autore collocato a cavallo tra due territori artistici e creativi dall’immane potenza. Il fatto è questo: io mi trovo vittima di un crudele equivoco. Sono un pittore il quale, per hobby, durante un periodo purtroppo alquanto prolungato, ha fatto anche lo scrittore e il giornalista. Ma dipingere e scrivere per me sono in fondo la stessa cosa. Che dipinga o che scriva, io perseguo il medesimo scopo, che è quello di raccontare delle storie. Dino Buzzati Via | librimondadori.it/news Le Storie Dipinte di Dino Buzzati ritornano a Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code