Le voci immote della domenica al crepuscolo nella poesia di Alfonso Gatto

Questo mese finisce con una domenica, e così, al tramonto oggi vogliamo dedicarvi una poesia di Alfonso Gatto (1909-1976) che parla del calar del sole nel giorno di festa. E ci fa sentire la mancanza di quei libri di poesie che un tempo si era soliti leggere aspettando la luna, e soprattutto era molto più semplice trovare in libreria mentre ora, invece, è sempre più una rarità la pubblicazione. Ecco “Domenica al crepuscolo”. In fondo al pozzo delle case sola

Visita il post:
Le voci immote della domenica al crepuscolo nella poesia di Alfonso Gatto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.