L’inferno di Sam Stoner su thrillerpages

L’inferno è rosso come il sangue che sgorga copioso da una ferita da taglio, mentre la notte avanza silenziosa violenta nella città addormentata. Nelle parole brevi, fugaci di Sam Stoner si raggruma un rivolo rosso scuro, lucido e caldo. Me ne stavo lì, a terra. Con un fiotto di sangue che si riversava su quel freddo e desolato marciapiede. Stavo crepando. Lo sapevo e non potevo farci niente, se non aspettare la morte. Tenevo la mano premuta contro la ferita illudendomi di poter fermare l’emorragia, ma il sangue continuava a uscire, scorrendomi tra le dita. Continuavo solo a chiedermi come fossi arrivato in quel fottuto angolo di strada a quell’ora di notte per crepare solo come un cane. Questa domanda bruciava più della ferita. Scavava in ogni angolo della testa come un roditore bloccato nella propria tana. […] Mentre gelido il brivido che scivola sulla schiena del lettore attento, quando alla fine le parole si ripetono e il cerchio si chiude in una stranissima riadesione che mette fine ad un inatteso sdoppiamento. Via | thrillerpages.blogspot

Vedi il seguito qui:
L’inferno di Sam Stoner su thrillerpages

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code