"L’inutile e triste storia di Daniele Pini" di Giovanni Peparello

Avere meno di vent’anni, e uno sguardo già terribilmente lucido, e anche piuttosto disincantato, a dire il vero, sulla realtà, è un dono sofferto che emerge nelle poche pagine de “L’inutile e triste storia di Daniele Pini” , un lavoro che è valso al suo giovanissimo e talentuoso autore, il premio speciale università IULM , dedicato agli under 19. Ma Giovanni Peparello , che queste parole a tratti amare, eppure terribilmente consolatorie, le ha scritte di proprio pugno, resta un’ombra che non può che incuriosire. Dopo “Mattina invernale” , pubblicato nell’antologia dei dieci racconti finalisti del 2011 a cura della Università IULM, e disponibile al link , il racconto del quale vi presentiamo un estratto, è un magistrale quadretto di una mattinata qualsiasi nella vita del ventiseienne Daniele Pini. Sotto la copertina leggera, schizzata al tratto da Andrea Ralli , e appena un attimo dopo la prefazione di Lucia Rodler, ecco apparire il “racconto evanescente per 6 fermate”, una riflessione a cavallo tra il profano ed il metafisico, che non smette di tessere ed esplicitare i sottili legami che intrecciano gli istanti della vita con l’imperitura speculazione a loro sottesa. Qualcuno ha sputato in testa a Daniele Pini, accendendogli un pensiero. Daniele apre gli occhi come li aprì più di ventisei anni fa, a metà tra dolore e desiderio. Segue con lo sguardo il mondo che ha intorno, ne immagina le linee di svolgimento, così prevedibili e banali che sembrano essere state create per lui. Forse è pazzo (sicuramente non crede di esserlo) ma con quella cacatina di piccione in testa Daniele è convinto di essere al centro di un disegno divino, che un certo Essere Superiore esista e non lo faccia per scherzo. Sarà il dormiveglia che lo attira verso strani pensieri: Daniele è sicuro di riuscire a percepire la storia di quell’escremento che sta ospitando in testa. Rivede il palazzo, i suoi abitanti e se stesso. Come se stesse aspettando quel dardo, come se stesse camminando sulle orme del suo destino. Via | subway-letteratura.org “L’inutile e triste storia di Daniele Pini” di Giovanni…

Segui il post:
"L’inutile e triste storia di Daniele Pini" di Giovanni Peparello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code