Luigi Ricca riscrive come fumetto Il tempo materiale di Giorgio Vasta

Siamo abituati, assuefatti forse, alla trasposizione cinematografica di libri tanto che ci poniamo l’oziosa domanda se sia meglio il libro o il film da esso tratto. Domanda alquanto inutile, secondo me, dal momento che si tratta di due mezzi espressivi diversi che hanno un modo di raccontare diverso. Ben vengano, allora, altre trasposizioni che non siano quelle solite del cinema. Trovo molto interessante, in quest’ottica, un romanzo che diventa fumetto. Se poi il romanzo è recente il risultato è ancora più affascinante. Il romanzo da cui tutto ha inizio è Il tempo materiale di Giorgio Vasta , pubblicato nel 2008 da Minimum Fax e candidato al Premio Strega 2009, racconta il 1978, il terrorismo, il sequestro e l’uccisione di Aldo Moro. Si tratta di un romanzo crudele e commovente, che fotografa il nostro paese nell’attimo in cui perse definitivamente l’innocenza; il racconto di una generazione che, nell’incessante rielaborare la propria esperienza, ha sempre rinviato il momento del dolore. Perché il tempo materiale è anche il tempo mancante, quello in cui si sarebbe…

Vedi l’articolo originale:
Luigi Ricca riscrive come fumetto Il tempo materiale di Giorgio Vasta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code