"Matrimoni bolliti" di Nora O’Dublin​

Della serie “se proprio ne avete voglia”, c’è un nuovo tam-tam che impazza su internet, e che proprio nell’ossessione per i siti di incontro in linea, si nutre. Video di presentazione a parte (che nel caso specifico sono due, girano intorno ad un ristretto gruppo di “pseudo-amatori” e sono entrambi animati da una certa dose di malcelata ironia) stiamo parlando di una storia che mescola social a sfondo romantico-amoroso, coppie scoppiate e quotidianità milanese infarcita di smog e pesante aria da ufficio. Insomma per farla breve ci abbiamo provato ad immergerci nel libro di Nora O’Dublin ​ ( alla quale si deve riconoscere una certa simpatica inventiva nella scelta dello pseudonimo colto), ma “Matrimoni bolliti” , sottotitolo “come salvarsi la vita su internet”, necessita di una “certa particolare predisposizione”, per essere apprezzato… forse si tratta solo di una banale questione di “condivisione d’ambienti”, o di necessario tasso di intossicazione comprensiva da matrimonio sull’orlo della crisi di nervi, fatto sta che per portarlo a termine c’è bisogno di affilata resistenza e una buona dose di volontà cinica. In tutti gli altri casi desistete, un po’ quello che ha fatto la sottoscritta, con un sottile velo di rimpianto per certe immagini già vissute. Ma allora perché dedicarvi un post – si chiederà a ragione qualche spirito attento – ebbene

Leggi e segui:
"Matrimoni bolliti" di Nora O’Dublin​

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code