Mucchi di libri in ufficio: le scrivanie italiane rispondono!

Domenica scorsa, riprendendo un viral post di BuzzFeed, vi avevo mostrato una panoramica delle scrivanie delle redazioni americane : libri impilati a montagne, sfracellati al suolo, libri di ogni tipo e piccoli dettagli simpatici che rendono decisamente più umana la vita redazionale, fatta di ritmi serrati, di ora passate tra libri e computer, ma non solo. Oggi quindi, addirittura un giorno prima di quanto vi avevo promesso, tocca alle scrivanie italiche rispondere per le rime. A conclusione di quel post, infatti, mosso – forse per la prima volta nella mia vita – da un certo fremito sciovinista, avevo lanciato un appello ai lettori di booksblog, agli amici editori, giornalisti e redattori, chiedendo di inviarmi le foto delle vostre scrivanie, colme o meno colme di libri. Volevo vedere di che pasta erano fatte le scrivanie italiane. Bene, a distanza di una settimana le risposte sono state numerose: una dozzina tra case editrici, giornalisti freelance, redattori di riviste e lettori hanno partecipato. E i ritratto ch ne emerge – e lo vedrete con i vostri occhi nella gallery dopo il salto – è una realtà oscillante tra ordine e disordine, tra pile di libri, computer e ebook readers . Insomma, una realtà che non ha nulla da invidiare, come era ben prevedibile, a quella americana. A ben vedere la differenza è una sola: le scrivanie italiane sembrano un po’ più “castigate” rispetto alle loro omologhe americane alcune delle quali, se ben vi ricordate, erano ornate da libri erotici di varia natura. Nel dettaglio – e in ordine di arrivo – volevo ringraziare per il simpatico aiuto: Gabriele (Blogo), Lorena (Datasport), Antonella, Clara (Iperborea), Jacopo (Jacabook), Gianluca (Banlieue), Marta (Mondadori), Antonio (Isbn), Alessandra (Camera di commercio) e Daniele. Tutti quelli che invece non hanno fatto in tempo o hanno avuto problemi tecnici possono inviare comunque la propria foto. Nel caso l’affluenza sarà massiccia potremmo anche pensare di farci un altro post… Ora è il tempo della gallery, basta con gli indugi… Foto…

Leggi qui il resto:
Mucchi di libri in ufficio: le scrivanie italiane rispondono!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code