Nata ieri, diario di una giovane giornalista, di J. Solheim, S. James

“Finalmente ho capito tutto. Certe cose sono nasi, certe sono taxi e certe altre panettieri. In cima alle persone ci sono i capelli e in fondo i piedini. Queste cose chiamate piedini sono molto interessanti. Penso di scriverci un libro. Mia sorella si dipinge le unghie dei piedini di un colore speciale, che si chiama “a strisce”. Per ora mi accontento di mettermi i piedini in bocca e ciucciarli.” Eccoci qua, con un interessante reportage su come funziona il mondo. Al di là delle

Vedi l’articolo originale:
Nata ieri, diario di una giovane giornalista, di J. Solheim, S. James

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.