Nel corpo di Napoli con Giuseppe Montesano

Ritorniamo al Montesano napoletano, intriso di tufo e di iodio. Il Giuseppe Montesano che riesce a fondere le movenze raffinate di una certa società partenopea estremamente colta con gli echi di alcuni seguaci di Rimbaud che figurerebbero a buon titolo in una versione verace del Baudelaire “Ribelle in guanti rosa” . Dal fresco dei cortili universitari di Via Mezzocannone al caldo offuscante delle viscere del sottosuolo napoletano, l’autore tira fuori un’avventura increspata di realtà, ma cesellata sul magico limite di una città costantemente in bilico tra difficoltà quotidiane e trasfigurazioni ideali. “Nel corpo di Napoli” c’è tutto e il contrario di tutto, ma soprattutto un’energia incommensurabile, nutrita con le forze accanite della sopravvivenza e accumulata in un sottosuolo che da secoli accoglie tutti i rifiuti. Dai morti alle immondizie, dai dimenticati ai reietti alle fogne, il caldo cuore maleodorante racchiude in sé la chiave per sfuggire alla becera dittatura dell’operosità cieca. E i protagonisti decisi a tirar fuori un’improbabile teoria scientifico-psicologico-letteraria, mobiliteranno tutte le direttrici vitali di un luogo millenario, per raggiungere, tra situazioni ironiche e paradossali ed esaltazioni gastronomiche che ricordano alcuni banchetti-simposi “Di questa vita menzognera” , la liberazione perentoria dalla realizzazione idiota della schiavitù manuale: La maledizione del lavoro sembrava estendersi secondo i fisici all’intero universo: in esso tutto era ossessivo e frenetico lavorare, e gli infiniti mondi sconosciuti altro non erano che lavoro fattosi realtà. Ma se queste catene andavano in frantumi, allora l’universo in persona entrava in sciopero e incrociava le braccia: il lavoro non era più una maledizione, e si apriva per la materia la possibilità dell’ozio perpetuo. Schiavitù e sfruttamento sarebbero spariti, non avremmo più dovuto preoccuparci del posto fisso e dei soldi, e la mente avrebbe creato senza fatica una nuova …

Continua a leggere:
Nel corpo di Napoli con Giuseppe Montesano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code