Non Sono Sidney Poitier, di Percival Everett

Fin dal disclaimer iniziale, salta agli occhi la particolarità e la genialità dell’ultimo lavoro di Percival Everett pubblicato in Italia ( Nutrimenti editore), Non Sono Sidney Poitier : Tutti i personaggi di questo romanzo sono di pura fantasia, nonostante le somiglianze con le persone tuttora esistenti e nonostante le omonimie. Anzi, si potrebbe addirittura sostenere che ogni omonimia è la prova lampante che ogni personaggio di fantasia di questo romanzo NON è in alcun modo il ritratto di persone vive, morte o immaginate da qualcuno che non sia l’autore stesso. Questo distinguo si applica anche al personaggio il cui nome coincide con l’autore stesso. Messi i puntini sulle i, Percival Everett ci narra una storia che in superficie sembra assurda ma che, a ben leggerla, è uno sguardo sulla realtà americana (e non solo). Non Sono Sidney Poitier è il protagonista. Sì, un nome che è una negazione. Sua madre, Portia Poitier, ha deciso di chiamare così il figlio – nato dopo una gravidanza lunghissima – e di non rivelargli mai il nome del padre. Per quanto fosse stramba, però, Portia aveva il fiuto per gli affari e ha investito in una società in erba – la Turner Broadcasting System, Inc. – tanto che, dopo la morte di sua madre, Non Sono Sidney si è trovato un immenso patrimonio tra le mani. Ovviamente, per Non Sono Sidney i problemi/inconvenienti incontrati nel corso della vita non sono proprio pochi, tanto per via del nome, …

Vai qui e leggi tutto:
Non Sono Sidney Poitier, di Percival Everett

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.