Openmargin: condividere note e impressioni sulla lettura degli eBook

Una nuova iniziativa proposta quella di *openmargin : aprire alla collaborazione le principali piattaforme ereader per valorizzare al massimo il libro allontanandolo definitivamente dalla staticità della pagina scritta. In questa operazione i lettori smettono di essere semplici fruitori di un prodotto, ma ne diventano collaboratori. Leggendo un eBook, infatti, è possibile intervenire evidenziando porzioni di testi, integrandole, dove si ritiene opportuno con delle note a margine personali che andranno a sommarsi alle note di chi ha già letto, o sta leggendo, lo stesso testo. Il risultato è conferire alla pagina una vivacità e una prospettiva che difficilmente potrebbe avere al di fuori della tecnologia *openmargin . Lo slogan del progetto è Ridefiniamo il libro e l’idea centrale è quella di “concentrarsi sul dialogo” che diventa tanto più interessante quanto più coinvolge interlocutori “con diverse esperienze e percorsi formativi”. L’idea di *openmargin è simile – ma diversa – da quella proposta da IDEO per una maggiore interattività autore/lettore/eBook: l’orizzonte sul quale si muovono queste iniziative è quello di una nuova coscienza sia dello scrivere che del leggere. Il che, a mio parere, non potrà che fare bene a tutta la filiera del libro, cartaceo o digitale che sia Openmargin: condividere note e impressioni sulla lettura degli eBook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.