Papa Francesco, Umberto Vitiello e Il curatore segreto del Vaticano

La fervida mente degli scrittori aveva previsto, in un certo senso, il dilemma di un papa di nome Benedetto XVI. Era il 1978 e l’uscita di aprile di Urania aveva per titolo Il dilemma di Benedetto XVI . Anche per quel che riguarda papa Francesco c’è stata un’anticipazione letteraria. A dicembre 2012 Lupo editore ha mandato in libreria Il curatore segreto del Vaticano romanzo scritto da Umberto Vitiello in cui si racconta che viene eletto come pontefice un cardinale latinoamericano che assume il nome di papa Francesco. Il pontificato di questo papa Francesco letterario imprimerà alla chiesa cattolica una svolta non da poco. In questo romanzo, inoltre, si parla di dimissioni del papa: e, ricordiamo, tutto questo avveniva nel 2012, mentre dimissioni e nuovo pontefice sono eventi del 2013. Nel romanzo si parla anche di un Concilio Vaticano III. In occasione dell’elezione di papa Bergoglio il libro di Vitiello ha avuto un enorme ritorno mediatico, che ha sorpreso anche l’autore . Confida Vitiello: Più di una telefonata ho ricevuto ieri sera da lettori che stupiti hanno voluto complimentarsi con me dopo la fumata bianca e l’habemus papam con l’annuncio della nomina d’un papa sudamericano che s’era dato il nome di Francesco, esattamente come avevo “profetizzato” nel mio “Il curatore segreto del Vaticano” scritto un anno fa e pubblicato da Lupo Editore nel dicembre del 2012, alcuni mesi prima della rinuncia al papato di Benedetto XVI. Qualcuno ha detto, forse scherzando, che cominciavo a fare paura. E io stesso mi son detto meravigliato e …

Vedi articolo originale:
Papa Francesco, Umberto Vitiello e Il curatore segreto del Vaticano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.