Pasqua, ora, nuovamente. Una poesia di Mario Luzi

Auguri di buona Pasqua alle lettrici e ai lettori di Booksblog! Com’è nostra abitudine vi facciamo i nostri auguri in poesia. Il testo scelto è di Mario Luzi (1914-2005) ed è tratta dalla raccolta Viaggio terrestre e celeste di Simone Martini (Garzanti, 1994). Pasqua, ora, nuovamente, festosa pigolante negli alberi del mondo, fredda, ruvido-erbata qui, ma erompe in chiarità, tempra in azzurro ed ametista la lontananza delle sue colline. Non è fuga quella laggiù all’orizzonte e neppure inseguimento. S’apre a sé risorta la terra dopo il gelo e dopo il travaglio, si corre incontro, da sé a sé, si estende in un abbraccio avido alla sua infinità o corre in quelle linee l’onda leggera e travolgente della resurrezione, si propaga, trabocca la sua vinta angoscia, e la riconsacrata sua potenza? Foto | Flickr Pasqua, ora, nuovamente. Una poesia di Mario Luzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *