Perceber, di Leonardo Colombati

Qualche mese fa è uscito, in un’edizione riveduta, ed economica, per i tipi di Fandango, un romanzo che in realtà uscì nel 2005 per Sironi, e che ha avuto molta fortuna, almeno presso la critica. Si tratta di Perceber , di Leonardo Colombati. Raccontare per filo e per segno la trama di questo libro è piuttosto complicato, per il semplice fatto che risulta volutamente frammentata ma non per questo disorganizzata (non a caso è stato definito opus magnum); basti dire, come giustamente sottolinea Emanuele Trevi nell’introduzione, che ruota attorno a un fatto grave, assurdo eppure comico. «Oggi, giovedì 6 luglio 2000, all’ora del Sole […] Romolo Carpi, attraversando viale Trastevere con gli occhi sul giornale e in mano un biglietto della lotteria, ha appena…

Leggi questo post:
Perceber, di Leonardo Colombati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.